Come contrattare in Marocco - Consigli utili

Di Gianluca Largiu


 

Con questo articolo vogliamo affrontare un tema importantissimo per chi decide di fare un viaggio in Marocco, ovvero come comportarsi con i commercianti e come contrattare con loro. Lo shopping è una parte fondamentale di un viaggio in questo meraviglioso e affascinante paese, per questo è importante affrontare questo argomento e parlarne in modo approfondito. 

 

Premettiamo che non tutte le città sono uguali, in certe si contratta più facilmente che in altre. Di norma, più i commercianti sono abituati ai turisti più fanno prezzi alti, a maggior ragione ciò capita nelle zone centralissime. Abbiamo visto americani pagare felici l’equivalente di 300 euro per una giacca in pelle nella Medina di Fes, tassisti farsi pagare 15 euro per una corsa di un chilometro a Tangeri o fruttivendoli intascare 3 euro al kg per delle pesche nella caotica Marrakech. 

 

Come contrattare in Marocco
Bottega dove abbiamo comprato il borsone in pelle - Fes

Per cosa si può contrattare in Marocco?

Andiamo per gradi, prima di tutto per cosa si può contrattare? In Marocco si può contrattare quasi per tutto, salvo se i prezzi sono esposti (in quel caso solitamente sono prezzi fissi e già abbastanza bassi), inoltre risulta molto difficile contrattare per i beni che richiediamo solo noi turisti come ad esempio l’acqua in bottiglia. Noi durante il nostro viaggio, durato quasi un mese, abbiamo contrattato anche nei ristoranti, con i tassisti, con le guide turistiche oltre che con i classici venditori di cibo e oggetti.

 

L’arte del contrattare in Marocco – Come farlo

 

Come contrattare in Marocco? È abbastanza semplice, siate sicuri di voi stessi ed abbiate le idee chiare. Vi proporranno prezzi alti, quasi comici, ma non demordete, dal loro punto di vista tentar non nuoce, voi in questo caso dite con un bel sorriso un prezzo basso, estremamente basso.  

Facciamo un esempio: se ci avessero proposto la giacca in pelle a 300 euro che dicevamo poco fa mi sarei fatto una risata ed avrei rilanciato con 60 euro, pur sapendo che è troppo poco anche per loro, ma sono certo che l’avrei portata via dopo un po' di contrattazione a circa 120 euro. Precisiamo che il valore di una giacca in pelle di questo genere in Italia è di circa 300 euro e oltre, visto che in questo caso si parla di una giacca fatta a mano e tinta con colori naturali. Pensate che abbiamo comprato un grande borsone in pelle da imbarcare in stiva da 60 l circa e lo abbiamo pagato solo 40 euro, o abbiamo preso un borsello da passeggio da uomo a 11 euro. 

 

Contrattare in Marocco
Il borsone in pelle che abbiamo comprato a Fes

Non mostrate mai la voglia eccessiva di avere quell’oggetto, fissatevi prima un prezzo in mente che deve essere sicuramente di molto inferiore al prezzo che trovereste in Italia, se la cifra proposta dal commerciante non si avvicina a questa ringraziate e andatevene, il 90% delle volte il commerciante vi dirà subito che potreste trovare un accordo, ricordate che per loro la contrattazione è una sorta di arte e va rispettata, quindi non perdete mai il sorriso, anche quando la contrattazione diventa estenuante, anzi così facendo guadagnerete il loro rispetto e magari (a noi è capitato spesso) finirete mangiando qualche tipicità e bevendo un buon tè marocchino per suggellare l’accordo di vendita. Con il prezzo giusto sarete felici entrambi, voi di portarvi a casa un qualcosa di unico ed il commerciante lo sarà perché alla fin fine guadagna sempre bene quando fa affari con il turista! 

 

Come contrattare in Marocco – Parliamo di cifre

 

Ora buttiamo giù un pochino di cifre ed esempi che possano aiutarvi a contrattare in Marocco: 

 

I mezzi di trasporto

Non si contrattano né bus né treni, ma I TAXI SI, visto che tantissimi sono sprovvisti di tassametro e ai pochi che lo hanno sarà impossibile farglielo attivare.  

 

Quanto si spende per un taxi in Marocco quindi? Diciamo che in linea generica per una corsa di uno-due chilometri all’interno della città, usando quindi un petit taxi, il costo è di i 15-25 dirham, ma non pretendete di pagare queste cifre se dovete raggiunge attrazioni particolari come per esempio se siete in centro città a Casablanca e dovete andare alla Grande Moschea, in quel caso il costo aumenta perché i tassisti sono ben consci che raggiungerlo a piedi o con i mezzi pubblici potrebbe essere abbastanza complicato. Lo stesso vale per tragitti che vanno dalle stazioni di bus e treni a hotel, aumentano di qualche euro.  

 

Mentre i prezzi dei taxi da e per l‘aeroporto (per le tratte fuori dalla città ci sono solo i grand taxi) sono di circa 100-150 dirham a seconda della città, per esempio dall’aeroporto di Tangeri alla Gran Place costa circa 150 dirham, a prescindere da quanti siate, quindi magari condividetelo con altri viaggiatori perché sarà difficile, se non impossibile, far abbassare il prezzo.  

IMPORTANTE: Non sedetevi nel taxi senza aver prima contrattato o chiesto il prezzo se non volete avere brutte sorprese alla fine della corsa. Inoltre, segnatevi l’indirizzo dove dovete andare o ancora meglio fate vedere la mappa dal vostro cellulare al tassista.  

 

Contrattare in Marocco - Taxi
Petit taxi

 

I ristoranti e lo street-food

In alcuni ristoranti è possibile contrattare, vi starete chiedendo in quali, beh semplice.. quelli che non hanno un menu o che se lo hanno è molto vago. Anche in questo caso si contratta prima di ordinare, non al momento di pagare il conto, i pasti non sono mai eccessivamente cari quindi non proponete prezzi eccessivamente bassi. 

 

Poi ovviamente i prezzi dei pasti variano in base a cosa ordinate, se dobbiamo dare un prezzo giusto diciamo che tra gli 80 e 120 dirham mangiate in un ristorante centrale con più portate, ma attenzione, in posti tipo piazza Jemaa el Fna a Marrakech nei tavoli che occupano la piazza i ristoratori tentano sempre di farvi pagare più del dovuto o facendo finta di sbagliare i calcoli o dandovi cose che non avete richiesto, quindi non abbiate problemi a domandare e a precisare ciò che volete anche più volte. Per quanto riguarda lo street-food i prezzi non sono quasi mai trattabili essendo già estremamente bassi, parliamo di torronai, bancarelle che preparano panini, o venditori di frutta con i carretti, i prezzi sono spesso esposti, ma occhio all’igiene.

 

 

Come contrattare a Marrakech
Piazza Jemaa el Fna Marrakech

Negozi e bancarelle con merce di prima necessità

Parliamo di venditori di acqua, deodoranti e tutte quelle cose per noi indispensabili, anche qua i prezzi sono poco trattabili ed in generale abbastanza alti, ma possiamo facilmente capire il perché, in molte città marocchine l’acqua è teoricamente potabile (per loro), ma nell’effettivo non lo è per noi perché non abbiamo gli anticorpi sviluppati come i marocchini, quindi andremo incontro a infezioni batteriche e mal di pancia. In generale comunque i prezzi di queste merci sono tutti simili fra un negozio e l'altro. Se fate queste compere nei mercati il discorso cambia, sentitevi liberi di trattare ma non eccessivamente. 

 

 

Suq e grandi mercati

Qua dovrete essere dei veri e propri professionisti della contrattazione, un commerciante di Meknes mi definì un berbero perché contrattavo allo sfinimento, fu un grande complimento e valse un ottimo tè alla menta! Ma torniamo a noi, qui si contratta per tutto, non accettate il primo prezzo che vi dicono e non fatevi ammaliare da gentilezze e parole importanti.

 

Ricordate che stracciare un buon prezzo per voi equivale comunque ad un ottimo guadagno per il commerciante, i mercati sono pieni di bancarelle che vendono più o meno la stessa merce, quindi non demordete, se non chiudete un affare in quella bancarella lo chiuderete in quella più avanti. Potete addirittura fare leva su questo, indicate al commerciante che avete visto lo stesso oggetto ad un prezzo inferiore, vi dirà che è impossibile, che quello che volete è un oggetto unico, tendenzialmente vi diranno tantissime mezze verità per convincervi, voi ditene altrettante!

 

Durante la contrattazione del borsello ho raccontato che mio padre era di Casablanca e non mi sarei fatto fregare dal commerciante della città di mio padre! Chiaramente mio padre non è di Casablanca, e il commerciante lo ha capito, ma dopo qualche grossa risata ha accettato il prezzo che proponevo io 11 euro, ma siamo partiti da 60 euro. 

 

Come contrattare a Marrakech
Come contrattare in Marocco

 

Musei e attrazioni culturali

In linea generica musei e attrazioni culturali non si contrattano, salvo qualche rarissima eccezione, come la tomba di Ibn Battuta, il Marco Polo marocchino a Tangeri, dove teoricamente la visita turistica non è permessa, ma il guardiano per una mancia vi farà entrare. Si lo so, è quasi incomprensibile per noi, ma in Marocco capitano queste cose e fanno parte del fascino di questo fantastico paese, una mancia giusta, anzi ottima sono 10-20 dirham se un guardiano vi chiede di più sta esagerando.  

 

Ricordate inoltre che in tanti posti spunteranno “guide turistiche” che si proporranno di portarvi in giro per una modica cifra o addirittura vi diranno che è gratis (anche insistendo parecchio), ma alla fine del giro vi chiederanno il conto, ne potete star certi!! Quindi evitate di infilarvi in queste situazioni e se aveste bisogno di qualcosa al prezzo giusto chiedete consiglio presso la struttura dove alloggiate, tenendo a mente comunque che molti alloggi se chiedete di chiamarvi un taxi o prenotarvi una guida vi mettono un sovrapprezzo per loro, ad esempio l’hotel di Casablanca ci chiese ben 250 dirham per chiamarci un taxi dall’hotel alla grande moschea, noi non accettammo e fermandone uno per strada contrattammo per soli 50 dirham!  

 

Ad ogni modo molti Riad hanno già i prezzi di vari servizi esposti e solitamente sono dei prezzi assolutamente onesti, quindi se vi serve una guida è meglio chiedere a loro piuttosto che mettervi nelle mani dei tanti disperati che si trovano in giro con la possibilità di infilarsi in situazioni poco piacevoli o addirittura pericolose. 

 

Come contrattare in Marocco

Contrattare in Marocco: gli ultimi consigli

 

Gli ultimi avvertimenti: state attenti a ciò che comprate, soprattutto quando si tratta di cosmetici, pelle, e oggetti tipici, verificate che siano di buona qualità e autentici. Potrebbe capitarvi che vi vendano tajine che sono solo per bellezza e non per cucinare perché mettendole sul fuoco si rompono, pelle finta, cosmetici di scarsa qualità. Comprate queste cose da artigiani! Sono una garanzia, ne troverete tantissimi e pagherete meno, essendo l’artigiano il produttore. Evitate di comprare capi in pelle nelle concerie di Fes (essendo un’attrazione turistica fanno prezzi folli e contrattano poco) ma prendeteli nei tanti laboratori sparsi per la medina, ad esempio. 

 

Il Marocco è una terra di mercanti e di oggetti fantastici, lo shopping sarà parte fondamentale ed indimenticabile del vostro viaggio e siamo certi che sarete bravissimi a contrattare e che dopo qualche giorno vi daranno dei berberi, il popolo del deserto che ha fatto della contrattazione uno stile di vita.