Royal Yacht Britannia: il castello galleggiante della famiglia reale inglese

Di Gianluca Largiu


Yacht Britannia: da nave della Regina a museo di Edimburgo

Lo Yacht Britannia è la storica imbarcazione appartenuta alla famiglia reale inglese che ha svolto il proprio compito di rappresentanza della corona in giro per il mondo fino al 1997, quando fu dismessa e parcheggiata per sempre nel porto di Leith, diventando un apprezzatissimo museo di Edimburgo.

 

Il “castello galleggiante della famiglia reale inglese” oggi permette al visitatore di entrare in quelli che un tempo erano gli spazi utilizzati dalla Regina e dalla sua famiglia, così come da altri illustri ed importantissimi ospiti che hanno cambiato il mondo. Questa è l’ultima di una serie di imbarcazioni che hanno servito varie dinastie della famiglia reale a partire dal lontano 1660 con Carlo II fino alla fine del XX secolo con Elisabetta II.  

 

Qual è la storia dello Yacht Britannia?

 

Siamo nel 1952 quando durante il regno di Giorgio VI, il padre dell’attuale regina Elisabetta II, venne decisa e commissionata la costruzione di una nuova imbarcazione che portasse in giro per il mondo la famiglia reale e che, all'occorrenza, si trasformasse in una nave ospedale. Due giorni dopo averla commissionata il re morì ed Elisabetta II divenne Regina.  

 

Varata nel 1953 con il nome di Britannia, partì per il suo primo viaggio il 22 aprile 1954 e da quel giorno non si fermò più. Di media compì l’equivalente di un giro del mondo all'anno solcando ogni oceano, raggiungendo i porti più lontani come quelli dell'America, del Canada, dell'Australia e della Nuova Zelanda. Nei suoi 44 anni di attività fece scalo in ben 600 porti divisi in 135 nazioni.   

 

La nave Britannia fu usata non solo dalla regina Elisabetta II, ma da diversi reali per ogni tipo di evento, vacanze, affari diplomatici, economici e perfino la prima parte della luna di miele del principe Carlo e dell’indimenticabile Lady D.  

 

 

Nel 1986 cambiò le sue vesti ed essendo una nave della Royalnavy, non adibita al combattimento, fu fatta entrare in un porto dello Yemen per evacuare i cittadini britannici, e non solo, dal territorio che già allora era sotto una pesante guerra civile.  

 

Nel 1997 la Regina decise di mandare lo Yacht Britannia in pensione dopo 44 anni di servizio onorevole e la rese immortale facendola diventare il museo apprezzatissimo che oggi conosciamo. 

 

La visita allo Yacht Britannia oggi

 

Come già detto, oggi la nave è parcheggiata nel porto di Leith, nella periferia della straordinaria Edimburgo. La visita parte dal secondo piano del centro commerciale Ocean Terminal, dove si trova la biglietteria, il centro informazioni ed un primo approccio al mondo Britannia, con un’esposizione di oggetti, documenti e foto che raccontano parte della vita del bellissimo Yacht della corona. 

 

Finita questa iniziale introduzione, si raggiunge il banco all'ingresso della nave, dove viene consegnata un'audioguida che accompagna il visitatore passo passo raccontando storie e dettagli lungo tutto il percorso alla scoperta della nave. 

 

 

La visita parte dal piano più alto del Britannia, ovvero la cabina di comando, dove potrete sedervi al posto del comandante ed immaginarvi solcare gli oceani alla guida di questa storica imbarcazione.  

 

Scendendo, ad ogni piano le sorprese non mancano di certo, una nota di merito spetta alle stanze di rappresentanza, dove venivano organizzate importanti cene, con ospiti di riguardo; e agli appartamenti reali, semplici ma con mille curiosità che donano a questa nave un fascino ancora maggiore. Questi ultimi ospitano sia le camere della famiglia reale sia quelle per ospiti esterni, come capi di stato.  

 

La camera della regina e quella del re sono separate ed entrambi avevano un ufficio a loro disposizione. Un punto amato per le foto in questa zona è la campana con inciso in nome Britannia

 


 

Si scende ancora e gli ambienti cambiano diventando sempre meno sfarzosi, non dimentichiamo infatti che il Britannia aveva un equipaggio di ben 19 ufficiali e altri 217 membri. Vedrete gli alloggi e gli ambienti degli ufficiali, dei marinai semplici, fino ad arrivare alla lavanderia e alla sala macchine.

 

 Alla fine un’ultima sorpresa, parcheggiata all'esterno troverete un’elegantissima Rolls Royce che veniva usata dai reali.

La visita si conclude così, un museo importante ed unico che ci fa capire una parte della vita dei reali e la storia di questa imbarcazione, che potremmo definire a gran voce un eroe di Gran Bretagna!

 

 

Visita Yacht Britannia: consigli utili

 

 Un piccolo consiglio che può migliorare ancor di più questa visita:  

come già detto l’imbarcazione-museo si trova in periferia, se dunque al ritorno o all‘andata volete fare una piacevole sosta per pranzo o per cena vi consigliamo due posti dove mangiare proprio nella strada che percorrerete: 

 

Razzo pizzeria napoletana: serve delle pizze strepitose, dallo stile napoletano e con ingredienti eccezionali. Veramente una sorpresa trovare una pizzeria cosi eccezionale all'estero, e non si limitano alla pizza, vi consigliamo di assaggiare anche gli strepitosi dolci come il cannolo siciliano! 

  

Un'altra alternativa è il ristorante Aurora: piatti unici nati dalla creatività fusion dello chef che, con ingredienti freschi e gustosi, crea pietanze belle quanto buone. Vi dispiacerà quasi rovinare il bel piatto ma siamo certi non potrete resistere all'odore che arriverà al vostro naso, basta guardare le foto per capirlo! 

 

Entrambi con pochi tavoli ma con una qualità eccezionale! 

Tariffe e orari per la visita allo Yacht Britannia

 

Tariffe: 17£ adulti; 15£ Senior (da piu di 60 anni) e studenti (con tesserino che attesti lo stato di studente); 8,50£ ragazzi 5-17 anni; gratuito sotto i 5 anni; 47£ biglietto famiglia (2 adulti 3 tre ragazzi). 

 

Orari: Aperto ogni giorno dell’anno salvo il 25 dicembre ed il 1 gennaio, oltre che per eventi straordinari, potrete visitare la barca nei seguenti orari d’Inverno 10.00-15.15, d’estate 9.30-16.15.